Comune di Casier

Servizi Bibliotecari

Accesso e iscrizione
L'accesso alla biblioteca è libero. Per usufruire di alcuni servizi è necessario iscriversi.
L'ammissione all'iscrizione non è soggetta a limitazioni di età, sesso, religione, lingua, condizione o provenienza. Chiunque può essere iscritto presentando un documento di identità o, per i minori di 14 anni, un'autorizzazione del genitore.
La tessera è gratuita e dà diritto ad accedere al prestito e agli altri servizi della biblioteca.
La tessera è personale e il titolare ne è sempre responsabile. La tessera rilasciata è valida in tutte le biblioteche che aderiscono al Polo Regionale Veneto.
 
Studio, lettura e consultazione
La Biblioteca mette a disposizione degli utenti circa 20.000 volumi a scaffale aperto, opere di narrativa e di divulgazione per adulti e ragazzi, strumenti per la ricerca, enciclopedie e dizionari.
Puoi usufruire degli spazi della biblioteca per la consultazione in sede di testi senza bisogno di essere iscritto.
 
Consulenza e reference
Il reference è un servizio di informazione, assistenza, consulenza e orientamento svolta dal personale bibliotecario a propri utenti su richiesta.
Puoi richiedere al personale della Biblioteca:
-informazioni su orari, servizi e organizzazione della biblioteca, sui documenti posseduti e sulle attività;
-assistenza nell'uso dei cataloghi on line e nell’uso degli strumenti disponibili in sala;
-consulenza per attività di ricerca, sia scolastiche sia di altra tipologia.
Puoi rivolgerti al personale in servizio in Biblioteca in orario di apertura o contattarci telefonicamente allo 0422 381504 o via e-mail scrivendo a biblioteca@comunecasier.it.
 
Servizio di prestito
Per utilizzare il servizio di prestito è necessario essere iscritti alla biblioteca.
Possono essere presi in prestito contemporaneamente al massimo 10 documenti di cui fino a:
1 libro novità
2 DVD
2 audiolibri
La durata del prestito è di: 
30 giorni per i libri
15 giorni per i libri novità
15 giorni per le guide e le riviste (escluse quelle del mese in corso che sono solo in consultazione)
7 giorni per dvd
 
Come si effettuano il prestito e la restituzione. Puoi registrare il prestito in autonomia presso la postazione apposita collocata nella zona accoglienza della biblioteca; è necessaria la tessera della biblioteca. Per la restituzione puoi utilizzare la medesima postazione e non è necessaria la tessera.
Responsabilità. Ogni utente è personalmente responsabile del materiale preso in prestito dalla Biblioteca ed è tenuto a restituirlo entro la scadenza prevista. Decorsi i termini di prestito, la Biblioteca sollecita via e-mail e/o telefonicamente la restituzione dei documenti. La reiterazione di gravi ritardi nella restituzione o continue e gravi infrazioni delle regole del prestito possono comportare l’esclusione dal servizio. Nel caso di mancata/impossibilità di restituzione, danneggiamento o deterioramento del documento, il personale dalla Biblioteca richiederà all’utente l’immediata sostituzione dello stesso o, in caso di libro non più in commercio, a rimpiazzare l’esemplare con volume analogo, indicato dal bibliotecario.
Rinnovo di un prestito. È possibile prolungare la durata del prestito librario contattando la Biblioteca e chiedendo il rinnovo. Se un documento è prenotato da altri utenti, non è possibile rinnovarne il prestito.
Limitazioni. Per gli audiovisivi e i multimediali il prestito può subire delle limitazioni legate alla normativa vigente sul diritto d’autore e alle indicazioni della Commissione ministeriale di valutazione dei film. In ottemperanza alla vigente legge sul diritto d'autore (Legge 22 aprile1941, n. 633 e successive modifiche e integrazioni), la biblioteca non presta i materiali audiovisivi prima della decorrenza di 18 mesi "dal primo atto di esercizio del diritto di distribuzione".
Prenotazione di un documento. Quando un documento non è disponibile perché già a prestito, puoi prenotarlo in modo che al suo rientro la biblioteca te lo tenga da parte. La biblioteca ti avviserà del rientro del documento e della sua disponibilità telefonicamente.  Il libro sarà tenuto da parte per 3 giorni, trascorsi i quali decade la prenotazione che hai effettuato.
Documento non presente nel catalogo della Biblioteca. Quando desideri in prestito un documento non posseduto dalla Biblioteca è sempre possibile richiederlo ad un’altra biblioteca della provincia di Treviso, utilizzando il servizio di prestito interbibliotecario, secondo la disponibilità. Il servizio è gratuito.
Con il prestito interbibliotecario nazionale e internazionale è possibile invece ricevere a prestito o in riproduzione documenti posseduti da altre biblioteche, italiane e straniere. In questo caso, il costo del trasferimento del volume dalle biblioteche italiane o estere allo sportello sarà a tuo carico trattandosi di una tipologia di servizio che esula dai compiti ordinari delle biblioteche civiche e che risponde a specifiche esigenze.
Tariffe
ILL
Interprestito nazionale              8,00 euro (a monografia)
Interprestito internazionale      12,00 euro (a monografia)
Fornitura di Documenti (DD)
Fotocopie / fax                          2,00 euro + costo del supporto
Scansioni / file digitali               4,00 euro + costo del supporto
Per saperne di più: http://tvb.bibliotechetrevigiane.it/SebinaOpac/.do?sysb=tv#1
 
Mediateca e servizi internet e wi-fi
La saletta Multimediale è a disposizione per la visione da parte degli utenti dei documenti audiovisivi presenti in biblioteca.
Sono disponibili 3 postazioni con pc desktop e servizio internet ed è possibile altresì l’utilizzo del wi-fi in biblioteca con dispositivi propri. L’utilizzo è gratuito, riservato agli utenti iscritti alla biblioteca che abbiano compiuto 14 anni e limitato a 1 ora al giorno. Per i ragazzi con meno di 14 anni è necessaria la presenza del genitore (o di chi ne fa le veci).
Il servizio mediateca è rivolto a utenti che siano già in possesso delle conoscenze informatiche di base; la Biblioteca, infatti, garantisce la sola assistenza informativa all’utilizzo delle postazioni.
La Biblioteca non ha il controllo delle risorse disponibili in rete, né la completa conoscenza di ciò che Internet può mettere a disposizione del pubblico: non è quindi responsabile per i contenuti offerti. Il personale di servizio non è tenuto ad esercitare la supervisione sull'uso di Internet da parte dei minori, che è demandata ai genitori o a chi ne fa le veci.